Stefano Mazzolini

Joined Artfinder: July 2017

Artworks for sale: 491

(4)

Italy

About Stefano Mazzolini

 
Standard Plan
This artist is subscribed to Artfinder's Standard Seller Plan
 
  • Biography
    Stefano Mazzolini nasce a Parma nel 1968. All'età di nove anni viene candidato al premio “Design e Città” indetto dal Comune di Parma. Nel 1989 si diploma al Master of Art in decorazione pittorica presso l'Istituto Paolo Toschi di Parma. Si dedicò per diversi anni al restauro e alla conservazione dei murales. Nel 1990 ha prima vissuto a Londra e poi si è trasferito a New York per un breve periodo. Il suo stile grafico lo manifesta in modo gestuale e immediato, la linea dinamica crea gocce di acrilico su carta. Spot pilotati ben gestiti senza seguire disegni e progetti, sostituendo così il pennello con ampolle e spatola. Si formano intriganti ritratti, ambienti fiabeschi e animali mitologici, figure fantastiche animano un caos controllato.Crea sagome di soggetti androgini, con i collage di carta assembla e incolla strati di volti sempre occulti e minimali. Con colori acrilici misti e smalti che ottengono come tessuti, pelli colorate che applica su tela avvolgendo l'opera dentro di sé, innesti metallici, applicazione di vari elementi, i soggetti sono sempre volutamente ambigui e liberi di essere interpretati, input per raggiungere i nostri nostri sogni. Tagliando la tela e sovrapponendola, costruisce il dipinto in scultura. Manipola il tessuto del dipinto portando l'immagine alla tridimensionalità.Mentre sulla tela ad olio esprime la sua visione degli sfondici nascosti, evanescenti, sfumati da trasparenze ma precisi per rappresentare oggetti cromatitrinseci, persone e cose e formati da una struttura molto complessa come tutto ciò che vive e forma. Cenni di città, paesaggi tra natura e animali che interagiscono empaticamente con oggetti dettagliati, scenari convulsi di piani e prospettive neomoderne, dove la visione dell'uomo è assente, ma comunque ricca della sua umanità in ogni circostanza. Con la scultura rafforza l'identità artistica.Inventando così una nuova rappresentazione tridimensionale, un'esclusiva scultura invenzione della Resina Lycra, tessuto sintetico trattato e consolidato offre un nuovo concetto di scultura, figure umane e aliene, sagome stilizzate, sempre sospese tra sacro e profano, drappeggi a formare personaggi fuori dal passato e rivisitato in chiave moderna. Infine, ma non meno importante, interviene con l'informatica alla maniera della criptoarte, elabora video e immagini di personaggi di fantasia in modo vettoriale.

  • Links
  • Upcoming Events

    There are no upcoming events

Standard Plan
This artist is subscribed to Artfinder's Standard Seller Plan

Links


There are no upcoming events


 

Biography

Stefano Mazzolini nasce a Parma nel 1968. All'età di nove anni viene candidato al premio “Design e Città” indetto dal Comune di Parma. Nel 1989 si diploma al Master of Art in decorazione pittorica presso l'Istituto Paolo Toschi di Parma. Si dedicò per diversi anni al restauro e alla conservazione dei murales. Nel 1990 ha prima vissuto a Londra e poi si è trasferito a New York per un breve periodo. Il suo stile grafico lo manifesta in modo gestuale e immediato, la linea dinamica crea gocce di acrilico su carta. Spot pilotati ben gestiti senza seguire disegni e progetti, sostituendo così il pennello con ampolle e spatola. Si formano intriganti ritratti, ambienti fiabeschi e animali mitologici, figure fantastiche animano un caos controllato.Crea sagome di soggetti androgini, con i collage di carta assembla e incolla strati di volti sempre occulti e minimali. Con colori acrilici misti e smalti che ottengono come tessuti, pelli colorate che applica su tela avvolgendo l'opera dentro di sé, innesti metallici, applicazione di vari elementi, i soggetti sono sempre volutamente ambigui e liberi di essere interpretati, input per raggiungere i nostri nostri sogni. Tagliando la tela e sovrapponendola, costruisce il dipinto in scultura. Manipola il tessuto del dipinto portando l'immagine alla tridimensionalità.Mentre sulla tela ad olio esprime la sua visione degli sfondici nascosti, evanescenti, sfumati da trasparenze ma precisi per rappresentare oggetti cromatitrinseci, persone e cose e formati da una struttura molto complessa come tutto ciò che vive e forma. Cenni di città, paesaggi tra natura e animali che interagiscono empaticamente con oggetti dettagliati, scenari convulsi di piani e prospettive neomoderne, dove la visione dell'uomo è assente, ma comunque ricca della sua umanità in ogni circostanza. Con la scultura rafforza l'identità artistica.Inventando così una nuova rappresentazione tridimensionale, un'esclusiva scultura invenzione della Resina Lycra, tessuto sintetico trattato e consolidato offre un nuovo concetto di scultura, figure umane e aliene, sagome stilizzate, sempre sospese tra sacro e profano, drappeggi a formare personaggi fuori dal passato e rivisitato in chiave moderna. Infine, ma non meno importante, interviene con l'informatica alla maniera della criptoarte, elabora video e immagini di personaggi di fantasia in modo vettoriale.

 
 
 
×
Would you like 10% off?